Azienda 2018-04-12T11:20:20+00:00

Azienda Agricola

L’azienda agricola La Rianda

La nostra azienda agricola si trova in provincia di Asti, a Monastero Bormida. Un comune immerso nelle langhe, ad un altezza di 350 m.s.l.d.m. L’azienda è composta da circa 3 ettari di vigneto, una piccola porzione coltivata a nocciole e una zona adibita ad orto che comprende piante da frutto di vario tipo. La restante parte dell’azienda è completata da alcuni piccoli campi coltivati a foraggio o erba medica e da bosco, che ci regala profumatissimi tartufi neri.

I vigneti

I vigneti sono l’anima dell’azienda, circa 1.5 ettari quindi la metà della quantità totale, risale al 1952 quando la preparazione del terreno veniva fatta interamente a mano e le giovani viti venivano innestate direttamente sul posto una ad una. Il terreno che le ospita ha una pendenza superiore al 50% ed è coltivabile quasi esclusivamente a mano, ma gode di un’ottima esposizione quindi la maturazione dei grappoli è abbastanza precoce.

La cantina

Dal 1998 abbiamo incrementato la nostra attività restaurando la storica cantina dell’azienda. La produzione di solito non supera le 1000 bottiglie all’anno, in quanto cerchiamo di ricavare un vino il più genuino possibile anche supportati dalla temperatura quasi costante che una cantina sotterranea regala. Le operazioni di imbottigliamento ed etichettatura vengono fatte completamente a mano, sono sinonimo di un vino artigianale che forse a a tanti ricorderà sapori passati.

L’orto

Ricopre un ruolo molto importante, infatti ogni anno sperimentiamo metodi nuovi confrontandoci anche con il variare del clima. Abbiniamo a colture permanenti, quelle stagionali. Le concimazioni vengono fatte con prodotti naturali o sovescio, ruotiamo le colture, e osserviamo le fasi lunari per le semine. Irrighiamo con impianto a goccia per risparmiare acqua e utilizziamo la pacciamatura con la paglia per riparare il suolo dal caldo sole estivo, soffocare le infestanti e mantenere fresche le culture che intendiamo coltivare. Utilizziamo le basi della sinergia tra le culture quindi lo stutturiamo “a piani” un pò come la struttura del bosco in modo che ogni cultura possa sostenere ed in qualche modo aiutare quella accanto.

Ultimi articoli

Qui potrai trovare alcune ricette o articoli interessanti

Bagna cauda

Bagna Cauda: due parole in dialetto Piemontese che stanno ad indicare una salsa tradizionale che veniva consumata dopo la vendemmia o comunque in inverno, la traduzione letterale è

Ricordi di un altro secolo

Stiamo parlando degli anni prima della seconda guerra mondiale, la nonna racconta che quando era bambina anche a gennaio andava a scuola ogni giorno a piedi, non c'erano

Monastero Bormida

Monastero Bormida, terra posta fra Monferrato e Langhe, singolare con il castello in basso e il borgo in alto, al contrario dei paesi vicini che costruivano il castello

Ravioli al plin

I ravioli al plin sono una specialità tipica del Basso Piemonte, possono essere anche chiamati agnolotti, a seconda della zona in cui li troviamo. Si tratta di ravioli