Monastero Bormida

Monastero Bormida, terra posta fra Monferrato e Langhe, singolare con il castello in basso e il borgo in alto, al contrario dei paesi vicini che costruivano il castello in alto a scopo difensivo. E’ stato fondato nel lontano anno 1050 da un gruppo di monaci benedettini che, chiamati per recuperare le terre devastate dai Saraceni, hanno edificato la torre campanaria, il monastero (poi trasformato in castello) ed il ponte. Il centro storico è perfettamente conservato, il castello conserva un impianto medioevale, con struttura quadrangolare, massicce torri laterali, facciata seicentesca e una graziosa loggia sul retro; il possente e maestoso ponte romanico che da un millennio regge alle piene impetuose del fiume Bormida; il caratteristico “puntet” che permette l’accesso al castello attraverso una delle porte di ingresso dell’antica cinta muraria; la chiesa parrocchiale dedicata a Santa Giulia. Ma Monastero, a pochi chilometri dalle Terme di Acqui, dai vini di Alba e Canelli, dalle spiagge della Liguria merita una sosta senza fretta. Si tratta certo di un piccolo paese di campagna, ma lontano dai rumori del traffico, ricco di storia, con paesaggi impareggiabili e che vanta  numerosi prodotti delle aziende locali che vale la pena fermarsi ad assaggiare, quali le Robiole DOP (formaggio unico di latte crudo di capra che è possibile trovare solo in questa zona), i vini, i salumi, il miele, le nocciole… e non solo. Per chi ama la natura sicuramente il modo migliore per conoscere le colline, la flora e la fauna è quello di percorrere a piedi uno dei numerosi sentieri segnati, per gli amanti del trekking o chi voglia semplicemente concedersi una passeggiata in libertà. Il periodo migliore per visitare Monastero Bormida va dalla primavera, all’autunno, quando i boschi e i vigneti si tingono di meravigliosi colori dal giallo al rosso vivo. Chiedeteci informazioni sul territorio e sapremo consigliarvi un percorso davvero interessante.

 

2018-03-30T20:06:03+00:00

Leave A Comment